Il mezzaro è un grande telo in cotone stampato principalmente con fantasiosi disegni di alberi, il più conosciuto è l’albero della vita. Il motivo decorativo centrale risulta sempre incorniciato da un bordo costituito per lo più da composizioni floreali,festoni, ghirlande, cesti. La parola mezzaro deriva da mi-zar, parola dell‘arabo antico che significa coprire, nascondere, in genovese è diventata “mesar” e poi “mezzaro“. Veniva realizzato con stampini in legno intagliati che intinti nell’inchiostro e utilizzati come tamponi, andavano a formare gli elaborati disegni di queste tele.

A volte occorrevano fino ad ottanta pezzi di legno inciso per la stampa completa. L’origine di questo artigianato è l’India, da cui provengono le stoffe stampate più antiche di cui sia rimasta traccia (VI-VII secolo d.C.) Il mezzaro arriva a Genova con i mercanti della Compagnia delle Indie nel XVII sec. e viene usato nell’arredamento dei grandi palazzi come arazzo, tenda ma anche come mantello: le nobili signore genovesi lo portavano, piegato in due per coprire la testa e le spalle e diventò in breve simbolo di potere e ricchezza. Il Casanova ne parla nelle sue memorie raccontando di averne acquistato uno. Sorsero allora, nella valle ligure Polcevera, numerose filande e stamperie artigiane che, appresa dall’India, la tecnica degli stampini, iniziarono una ricca produzione di Mezzari, questi artigiani si chiamavano “indianatori” e dalla Liguria i mezzari vennero esportati in tutta Europa. Il mezzaro ancora ora è usato nelle feste e dai cantori di musica tradizionale e nell’arredamento della casa. Ancora oggi si importano questi teli dall’India che vengono stampati a mano. Teli copritutto stampati a mano in India nel rispetto delle vigenti norme per la tutela dell’ambiente, della salute, della sicurezza e del lavoro minorile. Leggere imperfezioni nella stampa sono la caratteristica di ogni prodotto artigianale. Istruzioni: lavare la prima volta, separatamente, in acqua fredda con aceto, quindi in lavatrice a 30°. I “ Mezzari” possono essere usati nei modi più svariati come tovaglie, sul divano come tende o copriletti.

 

Lascia un commento