Trapunta

Una trapunta invernale ti dona un sonno più piacevole e riposante grazie alla calda morbidezza del tessuto e al suo materiale interno fatto di piumino oppure da fibra anallergica.
Le ricercate fantasie aggiungono poi un tocco di stile al tuo letto.
Vivi un inverno con il tepore di una trapunta di marca e quindi di qualità,  la carezza del puro cotone e il comfort della fibra anallergica con cui vengono prodotte ti accompagneranno nel tuo sonno e nei tuoi momenti di relax durante tutto il periodo freddo.
La qualità è garantita dalla rigorosa scelta che noi della ditta Tendaggi Pericolo facciamo con i nostri fornitori. Qualità come le trapunte made in Italy CASA ANVERSA, TESSITURA RANDI, per finire con i brand come BORBONESE, BYBLOS, AGOSTINI FIRENZE.
Materiali e design ricercati e studiati per essere abbinati all’ arredamento della tua camera.
Scegli la tua trapunta ideale tra la vasta gamma di colori, dai disegni più moderni alle fantasie più classiche

I mezzari

Il mezzaro è un grande telo in cotone stampato principalmente con fantasiosi disegni di alberi, il più conosciuto è l’albero della vita. Il motivo decorativo centrale risulta sempre incorniciato da un bordo costituito per lo più da composizioni floreali,festoni, ghirlande, cesti. La parola mezzaro deriva da mi-zar, parola dell‘arabo antico che significa coprire, nascondere, in genovese è diventata “mesar” e poi “mezzaro“. Veniva realizzato con stampini in legno intagliati che intinti nell’inchiostro e utilizzati come tamponi, andavano a formare gli elaborati disegni di queste tele.

A volte occorrevano fino ad ottanta pezzi di legno inciso per la stampa completa. L’origine di questo artigianato è l’India, da cui provengono le stoffe stampate più antiche di cui sia rimasta traccia (VI-VII secolo d.C.) Il mezzaro arriva a Genova con i mercanti della Compagnia delle Indie nel XVII sec. e viene usato nell’arredamento dei grandi palazzi come arazzo, tenda ma anche come mantello: le nobili signore genovesi lo portavano, piegato in due per coprire la testa e le spalle e diventò in breve simbolo di potere e ricchezza. Il Casanova ne parla nelle sue memorie raccontando di averne acquistato uno. Sorsero allora, nella valle ligure Polcevera, numerose filande e stamperie artigiane che, appresa dall’India, la tecnica degli stampini, iniziarono una ricca produzione di Mezzari, questi artigiani si chiamavano “indianatori” e dalla Liguria i mezzari vennero esportati in tutta Europa. Il mezzaro ancora ora è usato nelle feste e dai cantori di musica tradizionale e nell’arredamento della casa. Ancora oggi si importano questi teli dall’India che vengono stampati a mano. Teli copritutto stampati a mano in India nel rispetto delle vigenti norme per la tutela dell’ambiente, della salute, della sicurezza e del lavoro minorile. Leggere imperfezioni nella stampa sono la caratteristica di ogni prodotto artigianale. Istruzioni: lavare la prima volta, separatamente, in acqua fredda con aceto, quindi in lavatrice a 30°. I “ Mezzari” possono essere usati nei modi più svariati come tovaglie, sul divano come tende o copriletti.

 

Manutenzione

Manutenzione piumini Daunex!

Se cercate informazioni per la corretta manutenzione e lavaggio del vostro piumino, siete nella pagina giusta!

Ecco i nostri consigli:

  • Arieggiate regolarmente il vostro piumino. Il migliore momento della giornata per farlo è il mattino presto, quando l’aria è particolarmente pulita e fresca e il sole non è aggressivo.
  • Scuotetelo con regolarità, ma attenzione a non maltrattarlo!
  • Lavatelo almeno ogni 4 anni, soprattutto se lo uate con grande frequenza. Conservatelo nella sua custodia quando non lo usate.

Come lavare il piumino?

Non serve portare il piumino in lavanderia per una buona pulizia. Si possono ottenere ottimi risultati anche lavandolo in casa, a mano e in lavatrice,  purché si seguano nel dettaglio le indicazioni riportate sull’etichetta e, di norma, quelle qui sotto:

  • Non usate candeggi a base di cloro, danneggereste irreparabilmente la piuma.
  • Usate il programma a 30°, max 40°.
  • Impostate il programma  della lavatrice per fibre sintetiche o cotone.
  • Se possibile prevedeteuna centrifuga e un’asciugatura rapida.
  • Non esponete a fonti dirette di calore (termosifone, sole, ecc …).
  • Ricordate che per un buon lavaggio servono grandi quantità di acqua.

Se preferite lavare a mano il vostro piumino:

  • Non usate candeggi a base di cloro.
  • Usate acqua tiepida.
  • Usate sapone delicato.
  • Risciacquate abbondantemente in più riprese fino a 7 volte. Il piumino deve sgorgare acqua limpida.
  • Asciugate perfettamente all’aria aperta o in casa ma, comunque, in ambiente caldo e secco. Cercate di scuotere e battere ogni riquadro del prodotto, lo aiuterete a scolare e asciugarsi.
  • Non esponetelo a fonti dirette di calore.

Come comportarsi a fine stagione?

La piuma respira e richiede continuo passaggio d’aria, anche se filtrato. Riponete il vostropiumino nella sua borsa originale se prevedetedi non utilizzarlo per un lungo periodo: la sua custodia è studiata apposta per lasciarlo respirare e contemporaneamente, proteggerlo. In alternativa anche un grande telo di cotone potrà ospitare il prodotto per i periodi di inutilizzo. Non usate buste di plastica!

Cose da non fare ad un piumino, nemmeno ad un piumino Daunex!

  • Non usate battipanni, battitappeto e aspirapolvere: questi strumenti diabolici non vanno d’accordo con la delicatezza delle piume.
  • Non soffocatelo  con altre coperte: senza aria il piumino perde le sue particolari caratteristiche.
  • Non cucite ulteriormente le parti interne del piumino: la migliore soluzione, quella che funziona meglio, è quella proposta dal produttore.

Guida alla misura del piumino

Quali sono le giuste misure per un piumino? Nello schema qui sotto riportiamo le misure dei nostri piumini per letto matrimoniale, letto singolo e una piazza e mezzo per guidarvi nella scelta.
Regola generale: consigliamo di acquistare un piumino che misuri in lunghezza almeno 20 cm. In più rispetto alla vostra altezza!

icona_lettosingoloMisura per letto singolo – Materasso da 80/90 x 190/200
155×200 misura standard
155×220 misura Maxi (consigliata a persone alte ca. 190/200 cm)

icona_piazzaemezzo

Misura per letto piazza e mezzo – Materasso da 120/140 x 190/200
200×200 misura standard
200×220 misura Maxi (consigliata a persone alte ca. 190/200 cm)

icona_matrimoniale

Misura per letto matrimoniale – Materasso da 160/180 x 190/200
250×200 misura standard
250×220 misura Maxi (consigliata a persone alte ca. 190/200 cm)

Punti di calore

tabella-punti-di-caloreIl punto calore è il metodo più pratico ed efficace per esprimere la capacità di un piumino di mantenere il calore. Questo coefficiente termico si basa sulla misurazione delle proprietà di isolamento di un materiale.

I piumini Daunex si dividono in 4 tipologie:

  • Piumini freschi (P.C.1-2): ideali per le stagioni primavera/estate, aiutano a mantenere il corpo fresco, ben isolato e asciutto.
  • Piumini medi (P.C. 3): ideali per le mezze stagioni, per ambienti mediamente riscaldati. E’ la giusta via di mezzo tra un piumino leggero ed uno invernale.
  • Piumini caldi (P.C.4): ideali per la stagione autunno/inverno, per ambienti poco riscaldati
  • Piumini super-caldi (P.C.5): il “tipico” piumino invernale. Ottimo calore e isolamento anche per gli inverni più rigidi e per ambienti non riscaldati.

Come scegliere i giusti punti di calore?
Dipende dalla propria e personale sensazione di calore, è una cosa molto soggettiva e per questo varia da persona a persona.

Piumino Anallergico

Se cercate un piumino anallergico, la soluzione è il piumino d’oca. La piuma di questo animale ha infatti il pregio di essere completamente anallergica e antiacaro.
Gli acari prediligono ambienti umidi, mentre i piumini favoriscono la traspirazione e mantengono al proprio interno un’atmosfera asciutta.

Anche i tessuti che rivestono l’imbottitura dei piumini e dei guanciali Daunex sono una barriera contro i parassiti: grazie al cotone a trame extrafitte della fodera, gli acari non riescono a penetrare all’interno. E se volete ottenere il massimo della protezione, rivestite il vostro piumino con un copripiumino Daunex: gli acari stanno lontani.

Le 5 prove di qualità del piumino

1. Peso

Esiste un’equazione molto semplice: più leggero è il piumino, maggiore è la qualità dell’imbottitura. Per un piumino matrimoniale, per esempio, non si dovrebbero superare i 2 chilogrammi: in caso contrario il piumino non è puro.

2. Compressione

Un piumino di ottima qualità sottoposto a pressione ritorna alla sua forma originaria molto più rapidamente di un piumino di qualità inferiore.

3. Mantenimento

Un piumino di qualità di produzione recente non lascia scendere facilmente la sua imbottitura verso il basso quando è tenuto in posizione verticale.

4. Fodera

La distanza fra le tramezze e lo spessore medio del piumino determinano il suo potere isolante: più il piumino è spesso più sarà caldo!

5. Tessuto

Le buone fodere sono tessute in cotone puro a lunghe fibre fini, con tessitura fitta. Anche le soluzioni anallergiche sono importanti per la tutela del vostro benessere!

Piuma e Piumino

Piuma e piumino, quale differenza c’è?

Forse molti non sanno che esiste una differenza molto importante tra la piuma e il piumino. Il piumino viene dall’oca ed è la parte più preziosa del loro piumaggio. La sua struttura a fiocchi è ciò che gli permette di essere così leggero. Queste sue caratteristiche fanno sì che la quantità di piumino utilizzata in un prodotto sia anche indice della sua qualità: maggiore è la percentuale di piumino nella composizione di un prodotto, maggiore è la sua qualità.

Per il letto e per l’abbigliamento si è soliti utilizzare percentuali di piumino superiori al 70%: questo garantisce prestazioni eccellenti ai capi e ai prodotti. La rimanente percentuale di imbottitura è composta da piumette, piccole piume che vengono mescolate con il piumino.

La piuma, che è un po’ più pesante, ha le stesse caratteristiche, ma a causa del suo peso è preferita nelle imbottiture di prodotti d’arredamento.